Giuseppe Peano
Giochi di aritmetica
e problemi interessanti
Parte quarta
(Torino, Paravia, 1925)

(Per visualizzare le lettere greche occorre la font Symbol)

Numerazione parlata
(Per visualizzare le lettere greche occorre la font Symbol)
I numeri sono espressi in italiano colle parole 1 uno, 2 due, 3 tre, 4 quattro, 5 cinque, 6 sei, 7 sette, 8 otto, 9 nove, 10 dieci 100 cento, 1000 mille.

Esse derivano dal latino 1 uno, 2 duo, 3 tres, 4 quatuor, 5 quinque, 6 sex, 7 septem, 8 octo, 9 novem, 10 decem, 100 centum, 1000 mille. In alcuni libri sta scritto che l'italiano uno viene dal latino unus, il che, letteralmente inteso, non è giusto; poche parole italiane derivano dal nominativo latino; in generale derivano dai casi obliqui, e la forma più prossima all'italiano è l'ablativo.

La stessa origine hanno le parole francesi: 1 un, 2 deux, 3 trois, 4 quatre, 5 cinq, 6 six, 7 sept, 8 huit, 9 neuf, 10 dix, 100 cent, 1000 mille.

Come pure le spagnuole: 1 uno, 2 dos, 3 tres, 4 cuatro, 5 cinco, 6 seis, 7 siete, 8 ocho, 9 nueve, 10 diez, 100 ciento, 1000 mil.

E le portoghesi: 1 um, 2 dous, 3 tres, 4 quatro, 5 cinco, 6 seis, 7 sete, 8 oito, 9 nove, 10 dez, 100 cento, 1000 mil.

Parimenti nel rumeno: 1 un, 2 doi, 3 trei, 4 patru, 5 cinci, 6 sese, 7 septe, 8 optu, 9 noua, 10 diéce, 100 suta, 1000 mie.

La lingua italiana contiene pure tutta la numerazione greca, in derivati:

1 en, L. (latino) hen- in hendecasyllabo, I. endecasillabo = verso di 11 sillabe. Greco monoV, mono- = unico, si trova in L. monacho, I. monaco, = colui che vive solo; monade = unità.; L. monarcha, I. monarca = comandante unico; monogamo = chi sposa una sola donna; monographia = scritto su un solo soggetto; monopolio = vendita unica; monotheismo = che ammette un solo Dio; monotono = di un solo tono.

2 duo di-: diedro = con due faccie; dilemma = con due assunzioni; diploma = duplicato; L. diptero, I. dittero = con due ali; disticho = di due versi.

3 treiV tri-: tripode = con tre piedi; triade = terna; trigonometria = misura dei triangoli.

4 tessareV tetra-: tetragono = con quattro angoli; tetraedro = con quattro faccie.

5 pente pente: pentametro = verso di cinque misure; pentagono = con cinque angoli.

6 ex hex: L. hexaedro, I. esaedro = solido con sei faccie, cubo; L. hexagono, I. esagono = con sei angoli; L. hexametro ecc.

7 epta hepta: L. heptagono, I. ettagono, = poligono di sette angoli; L. hebdomadario, I. ebdomadario = della settimana.

8 oktw octo: L. octogono, I. ottagono, ottaedro.

9 ennea ennea: ennea-gono = poligono di nove angoli.

10 deka deca: deca-gono; deca-metro = dieci metri; deca-gramma; dècade = decina.

100 ekaton hecaton: hecatombe, I. ecatombe = sacrificio di cento buoi; Franc. hecto-gramme, I. ettogramma = cento grammi.

1000 cilioi chilioi: chiliade = migliaio; Francese kilo-mètre, I. chilometro = mille metri.

10000 muria myria: Francese myriagramme, I. miria-gramma.

Altri numeri greci viventi in Italiano:

11: L. hendeca-syllabo, I. endecasillabo.

12: dodeca-edro.

20: icos-a-edro.

50: pentecoste = cinquantesimo giorno a partire da Pasqua = Pasqua + 49 d.

Tutte le parole italiane derivate dal greco sono internazionali.

La lingua inglese contiene tutta la numerazione greca, nelle parole citate; e contiene tutti i numeri latini nei derivati: 1 un-ity, 2 du-al, 3 tri-angle, 4 quàdru-ple, 5 quinqu-ennial, 6 sex-tant, 7 septem-ber, 8 octo-ber, 9 novem-ber, 10 decem-ber, 100 cent-i-grade, 1000 milli-metre.

I numeri, come parole isolate, hanno in inglese la forma:
1 one, 2 two, 3 three, 4 four, 5 five, 6 six, 7 seven, 8 eight, 9 nine, 10 ten, 100 hundred, 1000 thousand.

La lingua tedesca parimenti contiene nei derivati, tutti i numeri greci e i latini; nella lingua popolare si usano le parole:
1 ein, 2 zwei, 3 drei, 4 vier, 5 fünf, 6 sechs, 7 sieben, 8 acht, 9 neun, 10 zehn, 100 hundert, 1000 tausend.

La lingua russa si scrive con un alfabeto simile al greco, da cui deriva, e il cui studio esige alcuni minuti. E allora nel vocabolario russo troviamo tutti i numeri greci e latini, nei derivati; in lingua popolare i numeri si pronunziano all'incirca: 1 ino-, 2 dva, 3 tri, 4 cetirie, 5 piat, 6 sest, 7 sem, 8 vosem, 10 desiat, 100 sto.

Risulta evidente una similitudine fra i nomi dei numeri in latino, greco, nelle lingue germaniche, e nelle slave, cui appartiene il russo. La somiglianza diventa più chiara paragonandoli coi nomi della lingua sanscrita:
1 eca, 2 dva, 3 eri, 4 ciatur, 5 pancian, 6 sas, 7 saptan, 8 astan, 9 navan, 10 dasan, 100 sala, all'incirca.

Mentre le lingue italiana, francese, spagnuola, portoghese, rumena, colle numerose lingue secondarie, dette dialetti, derivano in tempi storici dal latino, i linguisti ammettono una lingua preistorica, detta indo-europea, da cui derivano il latino, il greco, le lingue germaniche, le slave, il sanscrito, ed altre lingue dell'Asia.

Esaminando più attentamente la similitudine, si trova lí identità.

2 due comincia con d in latino, greco, russo e sanscrito.
In Inglese troviamo in corrispondenza il t: duo / two, decem / ten, dente / tooth, doce / teach = insegnare; e in mezzo meno regolare: pede / foot, foot-ball = palla che si gioca coi piedi; corde / heart, ede / eat =mangiare, ad / at, quod / what.

3 tre comincia con t in latino, greco, russo, sanscrito, ma in inglese con th: tres three, tu thou, tecto thatch, dente tooth, pater father, mater mother.

5 cinque comincia con p in greco pente, in russo e sanscrito; e al p indo-europeo risponde regolarmente l'inglese f: pater / father, pede / foot, per / for, pisce / fish, lupo / wolf, pelle / fell, film = pellicola. Si ritiene che il latino quinque derivi per assimilazione da un penque, che si trova in lingue italiche, p. es., nel nome Pontio (Pilato), che significa quinto.

6 e 7 cominciano per s in latino, inglese, tedesco, russo, sanscrito, cui corrisponde in greco h, o lo spirito aspro: sex hex; septem hepta; semicirculo hemicyclo; sede (sedia), hedra, poly-hedro = solido con molte sedi (faccie); super hyper-bola; sopore somno, hypno-tismo.

L. septem, novem, decem rispondono al greco hepta, ennea, deca, cioè la sillaba em risponde al greco a; anche ad en risponde -a: L. nomen, greco onoma-stico, L. centum greco he-caton; I. in-nominato, greco an-onymo.

Greco hecaton deve essere decomposto in he-, che significa 1, e caton corrispondente a centum. Al c latino-greco risponde regolarmente h nelle lingue germaniche: L. centum inglese hundred (-red è un suffisso); capite / head; citra / hither; colle / hill; corde / heart; cornu / horn.

1000 mille è espresso nelle varie lingue da nomi differenti. Ciò per le parole popolari; poichè tutte le nazioni di origine europea hanno il vocabolario scientifico latino-greco.

Le lingue europee sono strettamente collegate, e si possono studiare facilmente colla guida di queste relazioni. Il lettore può consultare utilmente:

Ing. C. CANESI, Vocabolario interlingua-italiano-inglese, Paravia 1921, il quale contiene 10.000 parole comuni al latino, all'italiano e all'inglese, scritte sotto la triplice ortografia, e che bastano a costituire una lingua intelligibile senza studio da chi conosce o il latino o l'inglese o un'altra lingua d'Europa, e interpretabile, in caso dubbio, col solo vocabolario latino.

Gli studiosi di matematica possono leggere con molto profitto l'articolo della prof. L. VIRIGLIO, Le parole italiane di matematica derivate dal greco, pubblicato nel Bollettino di Matematica, diretto dal prof. CONTI, anno 1919. Ivi si trova l'origine ultima, la scomposizione in elementi e il significato delle parole di cui facciamo uso continuo.


Sito Web realizzato da Gianfranco Bo - (2003)