Shortcuts
 
Sitemap Sitemap
Comment Contact
Newsletter Newsletter
Store Store
Books
Syndication Features
Gallery Gallery
E-cards
E-cards
Games Games

eureka!!!
corner
corner Gli Amici d'Archimede  
Persone eccezionali sia per la creatività che per il valore umano

Un mondo senza problemi è un'illusione,
così come un mondo senza soluzioni
...
 
 

Questa pagina è dedicata ai nostri amici del mondo associativo e cooperativo, insegnanti, scrittori, artisti, scienzati, politici, che si occupano di didattica, di formazione, di creatività, e che contribuiscono, con il loro infaticabile impegno, alla realizzazione di un mondo migliore...
 

 
line
 

Giulio Levi  Giulio Levi è nato a Firenze nel 1937, è sposato, ha due figli e tre nipoti. Risiede a Roma dal 1967.
  Ha studiato a Firenze (maturità classica, laurea in medicina, specializzazione in neuropsichiatria, libera docenza in biochimica) e dal 1963 ha svolto attività di ricerca nel campo della neurobiologia e della fisiopatologia del sistema nervoso a Firenze, New York e Roma. Già Direttore del Laboratorio di Fisiopatologia dell’Istituto Superiore di Sanità, Roma, è in pensione dal 2003.
  È stato Membro (1993-1996) del Consiglio Scientifico della Enciclopedia dei Ragazzi dell'Istituto dell'Enciclopedia Italiana (Treccani), alla quale ha collaborato anche come autore. Attualmente è Direttore scientifico della Fondazione Italiana Sclerosi Multipla

Attività letteraria:
  Cominciata all’inizio del 1999, ha dato luogo a circa 40 racconti/fiabe indirizzati a fasce di età variabili dai 7 ai 16 anni, una raccolta di filastrocche e un romanzo indirizzato a ragazzi di 11-12 anni. Si è classificato primo o tra i primi in vari concorsi letterari e ha pubblicato 6 libri, mentre il settimo è in stampa. Per maggiori dettagli, vedi www.giuliolevi-libriperragazzi.it.

Per contattarlo: giulio.levi@fastwebnet.it, oppure giulio.levi@iss.it.
Per scrivergli: Via Carlo Fea 9, 00161 Roma.

 

line

 

Enzo Melillo  Enzo Melillo, nato a Genova nel 1967, è giornalista e conduttore dei telegiornali della sede Rai della Liguria. In precedenza è stato telecronista di 'Stream', ha lavorato in tv e radio private locali e collaborato con vari giornali, fra cui 'Il Secolo XIX', 'Il Giornale' e il 'Corriere Mercantile – Gazzetta del Lunedì'.
Laureato in Scienze Politiche all’Università di Genova nel 1991, è stato Ufficiale di Complemento nella Guardia Costiera.

Per 'Il Settimanale' della Rai ha curato oltre 170 servizi in sei anni. Di questi, 46 sono diventati altrettanti capitoli di "Voci e volti di Liguria". È al suo primo libro, di cui ha voluto realizzare anche una versione audio gratuita per non vedenti, ipo-vedenti e dislessici.

voci e volti della liguria"Voci e volti di Liguria"
Una radio costruita dai deportati in un lager tedesco per ricevere Radio Londra e sapere di poter essere salvati. Due amici ex pallanuotisti che formano il loro 'Settebello' con le mogli, creando due famiglie con sette figli. Il comandante del transatlantico italiano Eugenio C, che ha ispirato la figura del capitano di Love Boat. Un’arzilla “ragazza” genovese di 109 anni… Cosa hanno in comune? Un Settimanale...
Il libro "Voci e volti di Liguria" raccoglie esperienze di vita, di personaggi a tutto tondo, di aneddoti. Ricordi di vicende che hanno segnato il passato e racconti di realtà proiettate nel futuro. I servizi più curiosi e interessanti realizzati fra il 2003 e il 2008 da Enzo Melillo per l’edizione ligure de 'Il Settimanale', programma in onda da ottobre a maggio tutti i sabati, alle 12,25, su Raitre. La trasposizione su carta stampata di storie della Liguria raccontate in tv e da gustare fino in fondo anche con un mezzo diverso da quello televisivo. Fatti e persone narrati con l’occhio del cronista e la passione del divulgatore.

 

line

 

Prof. Emma Castelnuovo  Emma Castelnuovo è nata a Roma nel 1913. Insegnante di scuola media, è stata una delle maggiori innovatrici della didattica della matematica. Ha studiato presso l'Istituto di Matematica dell'Università di Roma attualmente intitolato a suo padre, Guido Castelnuovo, importante studioso di Probabilità e "padre fondatore" della scuola italiana di Geometria. Qui si laurea, nel 1936, in Matematica con una tesi di Geometria algebrica. Ha contribuito alla stesura dei Programmi della scuola media unica del 1979 ed è stata presidente della Commissione Internazionale per il miglioramento dell’insegnamento della matematica. È conosciuta in Italia e all’estero per i suoi libri (tradotti in molte lingue) e per la sua attività di ricerca scientifica nel campo della didattica della matematica.

officina di matematicaRaccomandiamo il suo libro 'L'officina matematica' (ISBN: 978-88-6153-046-1. Prezzo: Euro 18,00) che raccoglie, come una sintesi ideale del suo lavoro, nove lezioni tenute nella Casa-laboratorio di Cenci. La sua proposta didattica, che ha profondamente segnato la storia della cultura italiana, conserva una straordinaria attualità. Rivoluzionando concezioni e pratiche tradizionali dominanti fino a oggi, suggerisce un metodo sorprendente per la sua semplicità ma avvincente per la sua efficacia, in cui la conoscenza viene costruita passo passo, a partire da osservazioni, domande aperte, uso di materiali da manipolare e un confronto continuo con l'arte e con la storia. La matematica, allora, diventa un gioco concreto, che parte e continuamente ritorna alla realtà, in cui i sensi si divertono con il pensiero a seguire il rigoroso filo della logica nella scoperta del mondo.

 

line

 

PierLuigi D'Amore  Pier Luigi D'Amore è nato a Bologna nel 1967, attivo nel settore dei giochi matematici di base, collabora a riviste specifiche curando rubriche sulla matematica ricreativa. Con sua moglie si occupa, tra l'altro, della diffusione di libri sulla didattica della matematica e collabora in vario modo alla realizazione dei convegni nazionali "Incontri con la Matematica" che si tengono ogni novembre a Castel San Pietro Terme (BO).

giochi matematiciPier Luigi D'Amore ha scritto un bellissimo libro 'Giochi Matematici', semplice nella presentazione ma essenziale, con 87 problemi capziosi o curiosi, noti e meno noti. Se il libro vi interessa potete ordinarlo direttamente dall'autore scrivendo a: pladam@alice.it.

Il quiz sulla copertina consiste nell'indovinare quale numero dovrebbe logicamente trovarsi di fronte al numero 14... Se avete risposto il numero 7, siete cascati nel tranello!

 

line

 

Mario De Paz  Mario De Paz è nato nel 1934 ed è laureato in Chimica. Dal 1960 ha iniziato a lavorare come ricercatore presso l’istituto di Fisica dell’Università di Genova dove ha svolto ricerche nel campo della spettroscopia di massa e nelle proprietà della materia. Dal 1970 si occupa di didattica della fisica cercando di far crescere l’importanza delle attività pratiche nella costruzione dell’apprendimento scientifico, ideando esperimenti e giochi creati per favorire la partecipazione e la motivazione degli allievi di tutte le età.
  Dal 1992 è stato responsabile di varie edizioni di una mostra interattiva di giochi scientifici denominata IMPARAGIOCANDO ed ha coordinato la costruzione del “Modulo delle Meraviglie” nella Città dei Bambini di Genova.

  Durante una pluriennale collaborazione con la prof. Miranda Pilo ha contribuito a diverse ricerche in campo educativo e sui problemi ambientali tese alla realizzazione pratica di esperienze costruttiviste nelle scuole di tutti i livelli a partire dalla scuola dell’infanzia fino all’Università. Lo scopo primario di queste ricerche è quello di stimolare i giovani alla definizione dei contorni di problemi nuovi, essenziale per avviarli verso un apprendimento reale e consapevole delle scienze, per far crescere una vera educazione nella quale trovino spazio l’intuizione e la creatività.
  Negli ultimi anni ha creato un Centro chiamato “Idee e Materie in Gioco” in collaborazione con il Comune di Genova, Settore 0/6, col quale recentemente il Dipartimento di Fisica ha stilato un accordo per la gestione scientifica del Centro stesso, sotto la responsabilità della prof. Pilo.
  Mario De Paz, in pensione dal 2004, è diventato Presidente dell’omonima Associazione che gestisce le attività presso il Centro.
  Autore di numerosi lavori pubblicati su riviste nazionali ed internazionali, non ha mai scritto libri non ritenendo di essere in grado di trasmettere per iscritto principi che devono essere soprattutto applicati nella pratica del reale.
  Durante l’ultimo anno ha ideato un progetto per lo sviluppo dell’intuizione e della creatività, finanziato dalla Compagnia di San Paolo e dal Comune di Genova, progetto che ha mosso i primi passi nella seconda parte del 2005 e che si è rivelato molto promettente.

Chi vuole contattare Mario De Paz scriva all’indirizzo e-mail depaz@fisica.unige.it

 

line

 

Silvano FusoSilvano Fuso, nato nel 1959 a Lavagna (GE), ha studiato alla Scuola Normale Superiore di Pisa e all’Università di Genova. È laureato in chimica (indirizzo chimico-fisico) e ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Scienze Chimiche.
  Ha svolto, per diversi anni, attività di ricerca nel campo della spettroscopia molecolare presso l’Università di Genova. Dal 1987 è docente di ruolo di chimica nelle scuole superiori. Si occupa di didattica delle discipline scientifiche e di divulgazione e collabora con diverse riviste (quali Nuova Secondaria, Didattica delle Scienze, Res, Iter, Le Scienze, Explora, Scoprire, Scienza & Paranormale, Magia) e con diversi siti Internet.
  Si interessa da tempo di indagini scientifiche sul presunto paranormale e di pseudoscienze. È socio effettivo del CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale), responsabile educazione del medesimo Comitato e segretario regionale del CICAP-Liguria. Collabora inoltre abitualmente con la rivista Scienza & Paranormale, periodico ufficiale del CICAP.

  È autore del libro 'Facili esperimenti scientifici' (Edibrico, Gavi Ligure 1994), coautore di due testi di fisica e chimica per le scuole superiori: S. Fuso, C. Nicolini, 'Fisica e chimica: un approccio sperimentale alla scienza della materia' (G.B. Palumbo Editore, Palermo 1998) e S. Fuso, C. Nicolini, 'Scienza della materia: un approccio sperimentale' (G.B. Palumbo Editore, Palermo 1999), è inoltre autore del libro 'La scienza come gioco. Capire la realtà divertendosi' (La Meridiana, Molfetta 2004).
indagare i misteri  Relativamente al paranormale e alle pseudoscienze ha pubblicato i seguenti volumi: 'Realtà o illusione? Scienza, pseudoscienza e paranormale', Edizioni Dedalo, Bari 1999 (presentazione di Piero Angela); 'Paranormale o normale? Una guida per scoprirlo', CICAP, Padova 1999 (presentazione di Tullio Regge), ad uso degli insegnanti che vogliano affrontare in classe il problema del paranormale e delle pseudoscienze; 'Indagare i misteri', Editoriale Scienza, Trieste 2004 (presentazione di Piero Angela), destinato ai ragazzi; 'Pinocchio e la Scienza. Come difendersi da false credenze e bufale scientifiche' (prefazione di Tullio Regge), Edizioni Dedalo, Bari 2006; 'Strategie dell'occulto. Come far apparire vere cose palesemente false' (con I. Torre), Edizioni Armando, Roma 2007; '100 Domande & Risposte. Sul paranormale, l’insolito, i misteri e le pseudoscienze', CICAP, Padova 2007.
  Ha inoltre pubblicato il saggio: 'I nemici della scienza. Integralismi filosofici, religiosi e ambientalisti' (prefazione di Umberto Veronesi), Edizioni Dedalo, Bari 2009..
  Tiene abitualmente conferenze e corsi su tematiche legate alla didattica, alla divulgazione scientifica, al paranormale e alle pseudoscienze. Sugli stessi argomenti ha partecipato a diverse trasmissioni televisive a livello nazionale e locale e a diverse trasmissioni radiofoniche (RadioUno, RadioDue, Radio Svizzera Italiana, ecc.).

freccia Per maggiori dettagli si veda il suo sito personale: www.silvanofuso.it. E-mail: silvanofuso@tin.it.

 

line


Mariano Tomatis  Mariano Tomatis, divulgatore scientifico e prestigiatore, da anni svolge attività di ricerca con uno specifico interesse per i fenomeni insoliti e paranormali. Sull’argomento collabora con riviste specializzate italiane e straniere, offre consulenze a programmi radiofonici e televisivi, organizza eventi culturali e ha pubblicato diversi libri - tra cui (con Raul Cremona) L’arte della prestidirigiri...(Rizzoli, 2008) e La magia della mente (SugarCo, 2009).

  Nel 2008 è stato incaricato di realizzare il nuovo museo di Rennes-le-Château, nell’Aude francese, il villaggio sullo sfondo del romanzo Il codice Da Vinci. È stato ospite del Festival della Matematica di Roma 2009 con una lectio magistralis dal titolo “Matematica e paranormale” ed è l’organizzatore del Festival della Magia della Mente.
  Nel 2010 è prevista l’uscita del suo libro Matematica misteriosa, una guida ragionata alle principali branche della parapsicologia, analizzate dal punto di vista del matematico e dell’illusionista. Per chi ama distinguere tra illusione e realtà, ma anche offrire dimostrazioni parapsicologiche sorprendenti attraverso l’uso, opportunamente nascosto, dei più sottili trucchi matematici.

  All’indirizzo http://maddmaths.simai.eu/var/matematica-myisteriosa-tra-i-numeri-di-magia-e-la-magia-dei-numeri/ si può trovare un suo articolo sui rapporti tra la matematica e il paranormale e un effetto magico di sua invenzione che sfrutta i numeri per dimostrare capacità psicocinetiche!
  Il sito da lui curato www.praestigiator.com costituisce una rivista online dedicata agli aspetti culturali e teorici dell’illusionismo, e ospita due sezioni dedicate ai giochi logici e matematici: Magical Metathemas ed Enigmi e giochi matematici.

freccia Sito personale: www.marianotomatis.it

line


Moretti Portrait  Guido Moretti nasce nel 1947 a Gardone V.T. (BS), si laurea in fisica nel 1973 ed inizia subito ad insegnare questa disciplina. Nel frattempo si dedica alla scultura come autodidatta. Nei primi anni ottanta abbandona la figura ed inizia una ricerca rigorosa che lo porta ad adottare tre metodi di lavoro: la Stratificazione, la Rotazione, e l’Intersezione Ortogonale. Quest’ultimo metodo lo porta ad intuire quella che in seguito chiamerà “la terza via alla scultura”. Con questo metodo, sfruttando le più moderne tecnologie, Moretti riesce a superare i due classici metodi del METTERE e del LEVARE di michelangiolesca memoria riuscendo a creare molte sculture con una sola operazione attraverso la SEPARAZIONE.

Moretti libro  Nel novembre del 2004 Pubblica il libro “LA TERZA VIA ALLA SCULTURA” in cui documenta più di venti anni della sua originale ricerca plastica.

  Sempre nel 2004, Mr. Al Seckel, direttore del più grande centro mondiale d’arte illusoria di Los Angeles (U.S.A.), pubblica il suo ultimo libro “MASTERS OF DECEPTION - Escher, Dalì e the artists of illusion” in cui dedica, tra venti autori, un capitolo al lavoro di Guido Moretti.

  Ha partecipato a numerose mostre e fiere d’arte in Italia e all’estero, tenendo spesso anche conferenze sul suo originale metodo di lavoro. Nel 2009 è stato invitato ad allestire un sua mostra personale presso l’Istituto Italiano di Cultura di Toronto. Collabora permanentemente con la 'Galleria Artestruktura' di Milano, e con il 'Centro Culturale Sincron' di Brescia.

freccia Sito di G. Moretti: http://www.guidomoretti.it/

line

 

Carlo di Biagio photo  Biagio Di Carlo, nato nel 1950, si è laureato in architettura nel 1976. Collabora  con le facolta' di architettura di Pescara e Ascoli Piceno tenendo lezioni, conferenze e seminari. Da oltre 35 anni è uno dei pochi in Italia a portare avanti gli studi sulle strutture sinergetiche di R. B. Fuller. È autore delle seguenti pubblicazioni online:
http://strutturereciproche.myblog.it/
http://tensegrity.myblog.it/
http://geodetiche.myblog.it/
http://poliedri.myblog.it/
http://xoomer.virgilio.it/strutturesinergetiche/HOME.html

  Scrive su diverse riviste di Architettura (Dome, Bioarchitettura, l’Architettura Naturale) e ha scritto 3 libri molto interessanti ed esaustivi sul tema delle strutture: POLIEDRI, CUPOLE GEODETICHE e STRUTTURE TENSEGRALI (auto-pubblicati) che potete acquistare scrivendo direttamente all'autore: biagiodicarlo@gmail.com. Inoltre, Biagio di Carlo è in cerca di un editore nazionale o internazionale interessato alla pubblicazione di questi 3 istruttivi volumi.

Libro Poliedri Libro di Carlo Cupole Libro di Carlo Strutture

  B. Di Carlo, è in contatto con una rete di persone di riferimento nel mondo della bioarchitettura, riportati nelle sue bibliografie e nelle sue varie interviste. Il suo obiettivo primario è: diffondere e sviluppare questo ambito di studi ancora poco conosciuto in Italia.

  Nel 2003 la rivista 'BIARCHITETTURA' pubblica il primo articolo italiano sull'argomento 'STRUTTURE RECIPROCHE', sul N. 34, nov-dic 2003. È in preparazione un quarto libro sull’argomento.
  Nel 2008, è stato pubblicato l’articolo 'The wooden roofs of Leonardo and the new structural research'  (Le coperture lignee di Leonardo e la nuova ricerca strutturale)  sulla rivista internazionale Nexus Network Journal, Vol. 10,1 - Williams Kim, Birkhauser. La rivista riporta gli atti del convegno internazionale 'Leonardo 2003, architettura e matematica', tenutosi a Vinci nel 2003. La pubblicazione e’ disponibile su amazon.com. La versione inglese e‘ stato pubblicata online da GOOGLE BOOK SEARCH.

freccia Una biografia più dettagliata è riportata sul suo sito:
http://www.biagiodicarlo.com.

 

line


rivista tangram  La rivista quadrimestrale Tangram è nata nel 2002 ed è edita dall’Associazione no profit Gioco e dintorni. Il direttore editoriale è Nicla Iacovino. Pubblica i contributi di autorevoli esperti nel mondo dei giochi quali Amilcare Acerbi, Andrea Angiolino, Cosimo Cardellicchio, Alessandro Castelli, Arnaldo Cecchini, Dario De Toffoli, Paolo Fasce, Corrado Giustozzi, Beatrice Parisi, Enrico Parodi, Ennio Peres, Franco Pratesi, Beniamino Sidoti, Gianfranco Staccioli, Dario Zaccariotto, e tanti altri…
  La rivista prende il nome da un famoso gioco che consiste nel comporre con 7 poligoni una varietà infinita di figure. Allo stesso modo ci si propone di evidenziare le infinite possibilità, tipologie e potenzialità del gioco; collegare le politiche sociali e culturali al mondo strettamente ludico in un puzzle creativo quale è appunto il gioco del Tangram. Il riferimento al Tangram dà anche l'idea della "rete" dei collaboratori che si sta costruendo in Italia intorno alla rivista, una rete spontanea e amichevole di appassionati e studiosi del gioco.
A CHI È DESTINATA
  Agli appassionati di gioco, ma anche ai formatori, e a quanti utilizzano nell’ambito delle politiche culturali e sociali l'attività ludico-ricreativa.
DI CHE TRATTA
- Studio, ricerca e documentazione su teoria e tecnica del gioco, animazione sociale e cultura ludica;
- Promozione e diffusione di esperienze e progetti realizzati da associazioni ludiche, cooperative, scuole, città, ludoteche, centri aggregativi e ricreativi;
- Ricerca e divulgazione su storia dei giochi e dell'animazione;
- Informazione e aggiornamento circa le attività, le principali novità e gli appuntamenti del panorama ludico italiano;
- Diffusione di esperienze formative nel campo del gioco e dell'animazione;
- Schede tecniche con esempi di gioco; schede tecniche con esempi di costruzione con materiali da laboratorio;
- Approfondimenti tematici in ogni numero (giochi di strategia; giochi di ruolo; ludolinguistica, varianti nel gioco ecc.);
- Notizie editoriali e recensioni librarie.
COME RICEVERE TANGRAM
  La rivista è in abbonamento postale e viene spedita a chi ne fa richiesta all'indirizzo tangram@email.it oppure telefonando ai seguenti numeri:
cell. 3483403305 - tel. 081965793
  Per ricevere 4 numeri di Tangram si versa un contributo libero (di almeno 25 euro) per le spese di stampa e spedizione, intestato all'Associazione di promozione sociale:
Gioco e dintorni, C.so V. Emanuele n. 114 – 84087 Sarno (SA) sul conto corrente postale n. 27352897
Codice IBAN IT39 D076 0115 2000 0002 7352 897 - CODICE BIC/SWIFT BPPIITRRXXX CIN D ABI 07601 15200

freccia Sito di Tangram: www.rivistatangram.it

 

 

transparent gif
Archimedes' Laboratory™ | contact@archimedes-lab.org
line
About Us | Sponsorship | Press-clippings | Cont@ct | ©opyrights | Tell-a-friend | Sitemap
© Archimedes' Lab | The internet's best resource for puzzling and mental activities
spacer spacer corner right bottom